DROPP

Dropp

Dropp

I Dropp sono voci, sintetizzatori, computer e batteria, elettronici, in bilico tra il concerto ed il live set.
Dopo aver prodotto il loro primo Ep “432 Atmosfere”, uscito in Ottobre 2011, suonano tra Torino e provincia fino ad entrare nel collettivo torinese Woodu ed aprire in concerto la dj e producer berlinese Ellen Allien.
Sempre insieme al Woodu partecipano ad alcuni festival estivi come Spaziale Festival, Alpette Rock e 23 Giorni Festival e, nel settembre 2012, in collaborazione con Hannibal Store e Astoria, esce l’Ep “We Are Torino” in cui compaiono insieme a Thelicious feat Iokoi, 300 copie numerate a mano distribuite in tutta Italia.
Il loro ultimo lavoro “IIII” Esce il 14.12.12 con un concerto A/V all’Astoria di Torino e, dopo aver aperto in Marzo il live set di Gold Panda, presentano “IIII RMX” che vede la partecipazione di producers torinesi e romani: Capibara, Plato, Indianizer, Nepantla e Tomat remixano i brani di IIII.

– Facebook https://www.facebook.com/pages/Dropp/154607018148

– Sito Internet http://www.droppsound.com/

Reviews

“È sempre piacevole quando ti ritrovi a parlare di una progetto con del potenziale che dimostra una certa sensibile crescita da un’uscita all’altra. In questo caso torniamo sul progetto torinese Dropp dopo qualche mese per questo nuovo ep di cinque tracce, decisamente (e convenientemente) orientato verso il continuum post-dubstep che caratterizza ancora gran parte delle produzioni elettroniche odierne, soprattutto all’estero. Le atmosfere rimangono cupe (la bella copertina indica la via) ma comunque variegate: “Circular knives” ha l’aggressività riempipista di uno Skream o di un Rustie ed è forse l’episodio più convincente dell’uscita. “Memory’s first” prosegue su quella strada con un grande lavoro di percussioni e cut up sui suoni. “A-Symmitry” è ancora gioco sulle voci come per certe produzioni Inner City, mentre “Cyclic falls” e “Square’n’Sphrs” transitano ancora per territori dubstep per arrivare fino al breakbeat. Manca la zampata per dire che siamo effettivamente di fronte alla quadratura del cerchio, ma i progressi sono evidenti e lasciano ben aperta la porta del futuro.” Rockit

 

 

About Associazione A Night Like This

L'Associazione A Night Like This ha ideato, progettato e organizzato A Night Like This Festival.
Bookmark the permalink.

Comments are closed