A Night Like This Festival: Open Source e Creative Commons

SlideCC

Sono una serie di elementi che legano il nome di A Night Like This Festival alle filosofie Creative Commons nell’ambito del diritto d’autore e Open Source nel campo del software.

Ultimo annuncio è la partecipazione di Adriano Bonforti di Patamu , piattaforma di protezione dal plagio tramite marcatura temporale completamente gratuita; ma anche prima di fondare l’Associazione A Night Like This Max e Cecilia come band Nomoredolls hanno sempre sostenuto le piattaforme di diffusione musicali creative commons, pubblicando due album sulla piattaforma di musica libera online Jamendo. Questa scelta li ha portati anche a suonare nel 2011 al festival OpenTerni promosso dal GLUG (Gnu Linux User Group) di Terni.

Allo stesso modo Gabriele, membro dell’associazione che si occupa anche della creazione delle grafiche, fotografo e webmaster è utente GNU/Linux dal 2005. Il sito web sul quale ci troviamo è  scritto utilizzando il CMS Open Source con licenza GPL WordPress, ospitato su server basato su GNU/Linux,  Apache, Mysql e Php (LAMP). Tutte le grafiche sono realizzate con il potentissimo The Gimp 2.8 e le foto in raw sono elaborate con Darktable (il tutto mentre ascoltiamo musica con il player Clementine).

E sono aderenti a questa filosofia due tra i più attivi mediapartner di A Night Like This Festival: Radio Abawalla e LifeStyleRadio sono due radio Creative Commons che quest’anno ci hanno seguito da vicino e parteciperanno con noi il giorno del festival con i loro stand; LifeStyleRadio metterà anche disposizione una raccolta di musica creative commons che ciascuno potrà scaricare portando allo stand un supporto di memoria USB.

1015123_10152959508940249_1251630134_o

 

http://www.radioabawalla.net/creative-commons

http://www.lifestylecommunity.it/it

Ci siamo anche nel 2013!

A Night Like This Festival torna a luglio 2013!
Stiamo già lavorando per renderlo il più bello possibile. Intanto rimanete con noi e partecipate alle preview!

 

A Night Like This Festival will be back on July 2013!
We’ll work hard the whole year to make it the best we can. Keep in touch in the meantime, we’ll see you at the previews!

Ci siamo!

Sabato è il giorno, sabato è la notte, di A Night Like This Festival.
A Chiaverano fervono i preparativi: sta prendendo una forma fisica il lavoro di tutto un anno, a cominciare dal palco delle colline che vedete in foto!

Mentre tutto questo accade, qualcosa va secondo i piani, qualcosa va aggiustato all’ultimo momento, e molte domande ci vengono poste: qui alcuni chiarimenti e un riassunto delle ultime novità

– L’ingresso al festival ha un costo di 10 euro, l’acquisto del biglietto è possibile anche il giorno stesso, per tutta la durata dell’evento, presso la biglietteria appositamente allestita. NON è obbligatorio l’acquisto in prevendita e c’è posto per tutti! Il biglietto per l’ingresso al campeggio ha un costo di 5 euro, è disponibile anche all’ingresso del camping stesso, i posti sono limitati ma ancora disponibili! Vi sono due ampi parcheggi adiacenti alla location del festival, al costo di 2 euro a macchina.

- Le porte apriranno alle 15:30 su Piazza Ombre / Corso Carlo Zuffo. I concerti inizieranno alle 17, per concludersi con il DjSet di KICKS UP fino alle 3 di notte! L’orario delle esibizioni dei singoli gruppi è stato già stabilito, ma sarà disponibile solamente il giorno dell’evento all’interno della location. Gli orari di esibizione sul palco dell’Esploratore e del Quieto Vivere potranno corrispondere e i gruppi suonare in contemporanea, mentre non avverrà alcuna sovrapposizione durante i live sul palco delle Colline.

- Saranno affisse indicazioni stradali ad Ivrea, Chiaverano e dintorni per il raggiungimento dell’area del festival. Consigliamo comunque di utilizzare il treno: raggiungere la stazione di Ivrea dove sarà attivo un servizio navetta per tutta la giornata e al ritorno la mattina successiva con partenza dal campeggio! Vedi anche http://anightlikethisfestival.com/come-arrivare/

- Esiste un evento ufficiale su facebook

- i Piatcions non saranno purtroppo presenti ad A Night Like This Festival

Grazie Ypsig!

 

http://www.ypsigrock.com/home/2012/02/a-night-like-this-festival/

Sono tanti gli ostacoli da affrontare, le delusioni che si incontrano quando ci s’imbarca in un’avventura come quella che stiamo vivendo.

Lo sapevamo e stringiamo i denti, ci metti il sangue e la passione, con il solo scopo di portare avanti un sogno, e l’esempio di chi è riuscito a realizzarlo così bene è importantissimo per noi.
Grazie Ypsigrock per esser stati da sempre una nostra grande ispirazione e ora per il supporto che ci date.  Siete dei grandi e come tutti i grandi avete anche il cuore grande.  Ypsigrock non e’ solo uno dei più importanti e unici festival di musica indipendente in Italia, che non ha niente da invidiare ai migliori festival europei ed è riuscito a conquistare la totale fiducia con delle line up di grandissimo livello artisctico; e’ un festival che ti mangia il cuore perche’ e’ vero, non segue mode o canoni commerciali, e il nostro cuore batte allo stesso ritmo, con la stessa musica. Per noi questo e’ gia’ un successo.
A Night Like This Festival

a day in the life

Un saluto dalla combriccola di organizzatori che si sta occupando di mettere in piedi questo festival.
Con questo post, che vorrebbe essere solo il primo di tanti, vogliamo condividere con voi le esperienze e le impressioni che viviamo “dietro le quinte” nel nostro percorso di pianificazione del festival. Ci piace l’idea di rendervi partecipi, troviamo possa essere interessante e ci piacerebbe anche ricevere dai lettori suggerimenti e idee anche magari per risolvere qualche specifico problema tra i tanti che si presentano :)

Il giorno è mercoledì 25 gennaio, e una serie di nuove questioni che si sono presentate da affrontare sul posto ci mettono a bordo di un macinino ( una Peugeot 106 del 1995) in una fredda ma limpida mattina d’inverno, col terremoto, lo sciopero e il rischio di non trovare benzina, alla volta del casello di Ivrea per raggiungere poi a Chiaverano il campo sportivo che con le strutture ad esso adiacenti ospiterà il nostro festival.

Qui ad attenderci, come tante altre volte nel corso delle nostre trasferte degli ultimi 5 mesi, il Sindaco Maurizio Fiorentini, l’Assessore alla Cultura e allo Sport Maurizio Tentarelli e Federico della Locanda Del Panigaccio, il nostro più valido e importante partner in quanto prima e principale realtà locale ad aver avuto il coraggio di sostenere la nostra idea.

Si è partiti con un sopralluogo di rito dello spazio scelto per il festival, discutendo la collocazione di palchi, espositori, tavoli dei punti ristoro, ingressi e aperture di emergenza. Anche perchè è bello poi ogni volta chiudere gli occhi ed immaginarsi tutto questo come sarà in vita il giorno dell’evento.

Piazza Ombre: la Struttura Polifunzionale

La colazione è dedicata a discutere la collocazione della nuova data: la concomitanza con il concerto dei Cure a Milano ci costringe ad escludere quella precedentemente indicata del 7 luglio.
Valutando tutti assieme gli incastri con i vari festival, manifestazioni musicali indipendenti, sagre ed eventi locali, la decisione è di spostarsi a Sabato 21 Luglio.

Mettiamo in moto le auto (ma il posto è raggiungibile, dalla location, in 15 minuti a piedi) per andare a vedere una delle aree che verranno adibite al campeggio.

una delle aree da destinare al camping

Visitiamo questo spazio, spoglio e avvolto da una luce invernale, immaginandolo alla luce dell’estate quando permetterà a tutti di rimanere a godere i concerti e poi il djset, senza preoccupazioni per il ritorno a casa in notturna: l’area attrezzata a camping è adatta ad accogliere fino a 200 tende e si trova a pochi passi dalla riva del lago Sirio, che cogliamo l’occasione per visitare da vicino per la prima volta.
Alimentato da fonti sotterranee, si tratta di uno specchio d’acqua limpida con le sponde curate che sarebbero perfetta cornice di video ed esibizioni acustiche.

piattaforma sul lago

A pranzo ci spostiamo ad Ivrea, che ci accoglie nel pieno dei preparativi per il caratteristico carnevale : un salto in pizzeria e poi una visita ad un bed&breakfast nella città, che funge anche da referente per altre strutture di ospitalità n tutto il canavese, da ostelli ad alberghi di lusso – l’intento è coordinare e render disponibili qui sul sito tutte le informazioni sulle migliori sistemazioni alternative al camping.

Da Ivrea si riparte per Milano alle 3 del pomeriggio, e la giornata si conclude con un unica nota negativa: il peugeot, evidentemente offeso per la scarsa considerazione dimostrata nei suoi confronti fino a quel momento, decide di non voler più inserire la quinta e ci costringe ad un viaggio di ritorno in autostrada in quarta a 90km/h.

To be continued